Scritta su un muro a Venezia, Ca’ Foscari accusata di appoggiare Israele

Redazione
26/10/2023

Gli slogan sono apparsi di fronte alla sede del rettorato a poche ore dall'incontro di riflessione e letture che il comitato universitario Guerra e pace ha organizzato con associazioni e realtà cittadine.

Scritta su un muro a Venezia, Ca’ Foscari accusata di appoggiare Israele

Alcune scritte a vernice spray nera, che accusano l’università Ca’ Foscari di un presunto «appoggio a Israele» nel conflitto in Medioriente sono comparse nella mattinata di mercoledì 25 ottobre sul muro di un edificio davanti alla sede centrale dell’ateneo, nel sestiere di Dorsoduro. Gli slogan recitano «Ca’ Foscari difende lo stato genocida di Israele» e «Viva la resistenza palestinese».

Le scritte potrebbero essere la risposta all’evento di riflessione organizzato dal comitato Guerra e pace

La circostanza potrebbe non essere casuale. Il comitato Guerra e Pace, formato da una quindicina di docenti di vari dipartimenti dell’università veneziana, aveva infatti organizzato per il pomeriggio di mercoledì un evento con letture e riflessioni sul conflitto in corso, invitando diverse associazioni e realtà cittadine – dal Collettivo universitario Liberi Saperi Critici, al Fronte della gioventù comunista, ma anche Cgil e Anpi. Nessun appoggio quindi a una delle due parti in guerra, ma un incontro per favorire un momento di riflessione (partendo da spunti letterari più che politici), sul conflitto e sulla necessità di raggiungere un accordo di pace. Sul fatto sta svolgendo accertamenti la Digos.