Primo via libera del Parlamento Ue al taglio di emissioni per camion e autobus

Redazione
24/10/2023

Gli obiettivi di riduzione dovranno essere fissati al 45 per cento per il periodo 2030-2034, al 70 per cento per il 2035-2039 e al 90 per cento a partire dal 2040.

Primo via libera del Parlamento Ue al taglio di emissioni per camion e autobus

Arriva il primo via libera dalla commissione ambiente dell’Eurocamera alla riduzione delle emissioni di Co2 per gli autocarri medi e pesanti, compresi i veicoli professionali, come camion della spazzatura, ribaltabili o betoniere, e per gli autobus. Stando al testo adottato martedì 24 ottobre con 48 voti favorevoli, 36 contrari e un’astensione, i nuovi obiettivi di riduzione dovranno essere fissati al 45 per cento per il periodo 2030-2034, al 70 per cento per il 2035-2039 e al 90 per cento a partire dal 2040.

L’obiettivo è quello neutralità climatica dell’Ue entro il 2050

Nel testo gli eurodeputati sottolineano come l’implementazione delle necessarie infrastrutture di ricarica e rifornimento giocherà un ruolo chiave nella riduzione delle emissioni dell’intera flotta di veicoli pesanti per raggiungere l’obiettivo di neutralità climatica dell’Ue entro il 2050. La commissione ambiente chiede inoltre che tutti gli autobus urbani di nuova immatricolazione dovranno essere veicoli a zero emissioni a partire dal 2030 ma aggiunge la possibilità per gli Stati membri di richiedere un’esenzione temporanea, fino al 2035, per gli autobus interurbani alimentati a biometano, a condizioni rigorose legate alla presenza di infrastrutture di rifornimento e all’origine del carburante. Il testo dovrebbe andare al voto delle plenaria nella sessione di novembre per formalizzare la posizione negoziale del Parlamento prima dell’avvio dei negoziati con i governi dell’Ue sulla forma finale della legislazione.

Primo via libera del Pe al taglio delle emissioni per camion e autobus
Autobus (Pexels).