Vienna, svastiche e incendi al cimitero ebraico

Redazione
02/11/2023

Lo ha denunciato il presidente della comunità ebraica della città Oskar Deutsch. Il cancelliere Nehammer: «L'antisemitismo non ha posto nella nostra società». Nessuna persona è rimasta ferita ma indagano i vigili del fuoco e la polizia.

Vienna, svastiche e incendi al cimitero ebraico

La parte ebraica del cimitero centrale di Vienna, nella notte tra l’1 e il 2 novembre 2023, è stata teatro di incendi e devastazioni. Oskar Deutsch, presidente della Società religiosa israelita in Austria (Irg) e presidente della comunità ebraica della città, ha scritto su X che «l’anticamera della sala cerimoniale è stata bruciata e svastiche sono state disegnate con lo spray sui muri esterni». Lo stesso ha aggiunto che nessuna persona è rimasta ferita e che sull’accaduto stanno indagando i vigili del fuoco e la polizia.

Il cancelliere Karl Nehammer: «Condanno l’attacco»

Quanto accaduto è stato commentato dal cancelliere austriaco Karl Nehammer, che su X ha scritto: «Condanno fermamente l’attacco al cimitero ebraico di Vienna. L’antisemitismo non ha posto nella nostra società e sarà combattuto con tutti i mezzi politici e legali. Spero che i colpevoli vengano rapidamente identificati». Della stessa opinione il presidente austriaco Alexander Van der Bellen, che si è detto «profondamente scioccato». «Il numero di episodi di antisemitismo in Austria è aumentato in modo significativo nelle ultime settimane. Tutto questo deve finire!», ha aggiunto.