Vin Diesel accusato dall’ex assistente di violenza sessuale

Redazione
22/12/2023

La molestia, denunciata da Asta Jonasson, sarebbe avvenuta nel 2010 in una camera dell'hotel St. Regis di Atlanta, in Georgia, durante le riprese di Fast & Furious 5. «È la prima volta che ne sento parlare», ha dichiarato l'attore.

Vin Diesel accusato dall’ex assistente di violenza sessuale

Una ex assistente dell’attore americano Vin Diesel lo ha denunciato per aggressione sessuale. La violenza sarebbe avvenuta nel 2010 in una camera dell’hotel St. Regis di Atlanta, in Georgia, dove l’attore si trovava durante le riprese di Fast & Furious 5. Nella denuncia presentata il 21 dicembre alla Corte superiore di Los Angeles, in California, Asta Jonasson sostiene che l’attore l’avrebbe palpeggiata e poi si sarebbe masturbato davanti a lei. Diesel l’avrebbe poi «presa e spinta contro il muro» mentre la donna cercava di sottrarsi alla molestia. «Accuse assurde. È la prima volta che ne sento parlare», ha dichiarato Diesel attraverso il suo legale.

Jonasson ha denunciato anche la sorella di Diesel per ambiente di lavoro ostile e ingiusto licenziamento

Oltre all’attore, Jonasson ha citato in giudizio la casa di produzione One Race Productions e la sorella dell’attore Samantha Vincent, all’epoca presidente della società, per creazione di un ambiente di lavoro ostile, mancanza di supervisione e ingiusto licenziamento. L’ex assistente ha affermato che la sorella dell’attore la chiamò poco dopo dopo la presunta aggressione per licenziarla. Asta Jonasson ha potuto denunciare grazie a una legge della California che permette alle vittime di far causa per reati sessuali avvenuti dopo il 2009, che altrimenti cadrebbero in prescrizione.