Virginia Sanjust, il figlio: «È malata ma nessuno l’aiuta, cacciata dall’ospedale psichiatrico»

Alberto Muraro
18/10/2023

L'ex annunciatrice è stata sorpresa a frugare in una Smart a Roma e condannata a due mesi e venti giorni in direttisima. Da tempo soffre di gravi problemi mentali.

Virginia Sanjust, il figlio: «È malata ma nessuno l’aiuta, cacciata dall’ospedale psichiatrico»

A poche ore dall’annuncio dell’arresto dell’ex annunciatrice Rai Virginia Sanjust di Teulada, sorpresa a frugare in una Smart in via Flaminia a Roma e per questo condannata a due mesi e 20 giorni in direttisima, a parlare è stato il figlio, Giancarlo Armati, che in un’intervista al Corriere ha giustificato i comportamenti della madre parlando dei suoi gravi problemi mentali.

Il figlio di Virginia Sanjust di Teulada: «È malata ma nessuno l’aiuta»

Il giovane, 25 anni e studente di Economia, ha raccontato che lo stato mentale della madre è molto compromesso. «Oggi mia mamma vive male come pochi di noi sarebbero capaci di fare. È complicato spiegarlo, ma è una sua legittima scelta che si rinnova ogni giorno. Mamma ha avuto ogni tipo di possibilità, tante persone le hanno offerto la propria mano, ma ogni volta ha girato le spalle e ha reso impossibile aiutarla. Ha fatto terra bruciata», ha rivelato Armati che dal luglio del 2020 è stato nominato suo amministratore di sostegno. Lo stesso ha rivelato che è stata sottoposta a «decine di Tso». A Repubblica aveva raccontato che, prima dell’episodio di Roma, la donna «si era presentata da sola al reparto di Psichiatria dell’ospedale Sant’Andrea ma nessuno si è preso cura di lei ». «Un dirigente ha chiamato noi famigliari per chiederci di venirla a prendere, come fosse “un pacco” indesiderato e non una paziente bisognosa. Io però ero in Toscana e non ho potuto raggiungerla, così l’hanno fatta allontanare. Fino a quando non è stata fermata dai carabinieri per strada. Questo sistema non accoglie, non cura, non aiuta, chi ha bisogno», ha aggiunto.

«Non sarebbe capace di rubare una Smart»

Rispetto al presunto furto, Giancarlo è certo che la madre non sarebbe stata in grado di metterlo a punto. «Non penso che abbia provato a rubare la Smart, non ne sarebbe capace. Probabilmente stava frugando al suo interno magari per cercare delle sigarette. Purtroppo non doveva essere lì. Doveva essere a casa sua a Capalbio dove a seguito di ripetuti ostracismi dei familiari ultimamente non vuole più andare», ha spiegato il figlio dell’ex volto tv. Che ha poi aggiunto: «Parlo spessissimo con mia madre della vita che sta conducendo, delle persone e dei posti che frequenta. Di dove dorme. Fondamentalmente, specialmente quando è più lucida, mi dice che è così che vuole vivere. Vorrebbe solo più soldi. Più cappuccini e sigarette».