Accordo tra Fincantieri e Mer Mec per acquisire Vitrociset

07 Agosto 2018 14.55
Like me!

Intesa raggiunta: Fincantieri e Mer Mec, società del gruppo Angel, hanno firmato un accordo per l'acquisizione congiunta e paritaria del 98,54% di Vitrociset, che opera in attività di addestramento e supporto in ambito Ict (Information and communications technology) nei mercati difesa e sicurezza, e in logistica, trasporti e spazio.

AZIENDA DA 800 DIPENDENTI E 163 MILIONI DI RICAVI NEL 2017

Fincantieri è fra i leader mondiali nella navalmeccanica, Mer Mec è invece leader mondiale dei treni di misura e sistemi di sicurezza – società del gruppo Angel di Vito Pertosa, high-tech che progetta e sviluppa soluzioni ad alta tecnologia per i settori aviation, spazio, trasporto, survey e internet delle cose. Vitrociset è attiva in progettazione sistemi di automazione, comando e controllo, nelle attività di test, simulazione e training e nello sviluppo di sistemi sicurezza e distribuzione dati attraverso tre business unit. La società si rivolge a mercati fortemente competitivi ed estremamente diversificati e serve vari clienti istituzionali, corporate ed enti governativi, fra cui il ministero della Difesa, l'esercito italiano, Nato Support Agency, Agenzia spaziale europea e Lockheed Martin. Occupa circa 800 dipendenti e ha realizzato nel 2017 ricavi per 163 milioni euro, previsti in crescita nel 2018. Il closing deve essere soggetto alle consuete condizioni per questo tipo di operazioni e al mancato esercizio del governo italiano della golden power.

Vitrociset, storia della società che custodisce i segreti d’Italia

Dalla P2 ai Paradise Papers: l’azienda ha attraversato indenne i capitoli più oscuri della Repubblica. Operando dai Caraibi. All’orizzonte c’è una nuova proprietà, sulla cui offerta sta vigilando il governo. La cessione della Vitrociset alla Tecnopolo di Antonio Di Murro, in queste ore sul tavolo di Palazzo Chigi, rappresenta una svolta epocale nella storia d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *