Volley, Julio Velasco è il nuovo ct della nazionale femminile

Redazione
08/11/2023

Il presidente della Federazione italiana pallavolo, Giuseppe Manfredi: «Porterà un contributo importante alla causa azzurra». L'incarico partirà dal primo gennaio del prossimo anno.

Volley, Julio Velasco è il nuovo ct della nazionale femminile

L’annuncio è stato diffuso dalla Federazione italiana pallavolo: Julio Velasco, fino ad agosto direttore tecnico delle nazionali giovanili maschili, è il nuovo commissario tecnico della nazionale femminile. L’incarico partirà dal primo gennaio. «Siamo molto contenti che Julio abbia accettato la nostra proposta. Siamo convinti che affidare la nazionale femminile a un tecnico del suo spessore sia in questo momento la scelta migliore. Ci sono tutti i presupposti affinché questo nuovo percorso possa regalarci soddisfazioni, sicuramente porterà un contributo importante, come è sempre stato, alla causa azzurra», ha commentato il presidente federale Giuseppe Manfredi.

L’arrivo in Italia e i successi

Nato a La Plata, in Argentina, il 9 Febbraio del 1952, Velasco arriva in Italia nel 1983 per allenare a Jesi in A2 maschile. Nel 1985 passa ad allenare la Panini Modena vincendo lo scudetto per quattro anni consecutivi fino al 1989. Nello stesso periodo vince tre Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. Sempre con la Panini, nella stagione 1986/87, ha vinto a sorpresa il secondo scudetto consecutivo. Nel 1989 diventa allenatore della nazionale italiana maschile e vince il Campionato europeo a Stoccolma. Per l’Italia si tratta del primo titolo della sua storia. Nel 1990 conquista l’oro nella World League e il primo Mondiale vinto per la nazionale Italiana. Giunge anche l’oro nel World Top Four in Giappone. Dopo aver continuato a collezionare una serie di numerosi successi, entra nel mondo del calcio come dirigente sportivo per poi tornare alla pallavolo. Velasco è l’unico allenatore della storia ad aver vinto tornei continentali in due paesi diversi (3 Europei con Italia e due Asiatici con Iran) e ad aver vinto in tre continenti (Panamericani con Argentina nel 2015).