Volvo pensa a una piccola da segmento A

Redazione
21/08/2012

Allo studio un motore più piccolo, da sviluppare con il partner cinese. E anche la revisione delle gamme di prodotto fondamentali.

Volvo V40. Ultima nata della casa svedese, compete con A3 e Bmw Serie 1. Manca un modello che entri nel segmento A.

Secondo le indiscrezioni di Automotive News Europe, Volvo ha attivato una serie di strategie volte a realizzare un modello compatto rivale di Mini Bmw e Audi A1. Tra cui la valutazione di una partnership con l’associata cinese Zhejiang Geely per condividere i costi, anche per un motore più piccolo.

IL TARGET. L’idea della Casa svedese è conquistare i clienti premium, quelli che non definiscono più il lusso in base alle dimensioni della vettura o al numero di cilindri. I segmenti dei modelli di accesso premium, guidati dalla Audi A1 e dalla nuova generazione Lancia Ypsilon, registrano, secondo i dati di mercato di JATO Dynamics, un aumento delle vendite in Europa pari al 19 per cento con 332,262 unità totalizzate nel 2011. Nei primi sei mesi del 2012 il volume delle vendite totali del segmento è sceso del 10 per cento con 148.891 unità.

LA GAMMA ESISTENTE. Al momento, il modello più piccolo della gamma Volvo è la compatta V40, competitor di Audi A3 e Bmw Serie 1, che ha debuttato nel luglio 2012. Secondo Stefan Jacoby, amministratore delegato di Volvo: «La priorità è portare sulle linee l’architettura della piattaforma modulare e rinnovare le gamme di prodotto fondamentali della Volvo come le 60, le 80/90 e le Suv. Quando mi sarà riuscito cercherò la diversificazione, entrando nelle nicchie di mercato con modelli sportivi e auto più piccole».