Volvo, potenza ibrida

Redazione
27/01/2011

Sarà il prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo) a tenere a battesimo il nuovo ibrido plug-in firmato Volvo, che presenta...

Volvo, potenza ibrida

Sarà il prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo) a tenere a
battesimo il nuovo ibrido plug-in firmato Volvo, che presenta la
nuova variante della sport wagon V60, nata in collaborazione con
l’azienda di forniture energetiche svedese Vattenfall.
La V60 Hybrid dovrebbe presentarsi sul mercato con consumi
ridotti (1,9 litri per 100 km) e basse emissioni (meno di 50g/km
di Co2), per poi entrare in listino a partire dal 2012. L’auto,
a trazione anteriore, monta un motore turbodiesel cinque cilindri
da 2,4 litri, capace di erogare una potenza di 215 Cv e 440 Nm di
coppia massima.
SISTEMA ERAD. Trazione elettrica, invece,
all’asse posteriore, grazie a un motore elettrico della potenza
di 70 Cv alimentato da batterie agli ioni di litio da 12 kWh;
trasmissione automatica sei rapporti. Il sistema è denominato
Erad(Electric Rear Axle Drive). Avanzando con la sola energia
elettrica la nuova Volvo V60 dovrebbe avere un’autonomia di
circa 50 km. Autonomia che aumenta ovviamente quando si passa al
motore a benzina, ma con la certezza di continuare a rispettare
l’ambiente grazie ai ridotti consumi di cui sopra.
Commentando la nuova nata in casa svedese, Stefan Jacoby,
presidente Volvo, ha affermato: «La V60 Plug-In Hybrid
rappresenta la scelta ideale per chi non vuole scendere a
compromessi e sceglie un’auto con basse emissioni di Co2, senza
però rinunciare al piacere di guida».