Il mega concerto per i 50 anni di Woodstock è saltato

Annunciato il flop definitivo. Problemi economici e di permessi. A celebrare il festival che dal 16 al 18 agosto del 1969 a Bethel cambiò la storia della musica è stato organizzato un evento alternativo.

01 Agosto 2019 15.38
Like me!

Fine del sogno. Woodstock 50 non si fa. Il maxi concerto per celebrare il 50esimo anniversario del festival che dal 16 al 18 agosto del 1969 a Bethel, nello stato di New York, cambiò la storia della musica, è stato definitivamente cancellato. Sarebbero dovuti essere tre giorni di pace, amore e musica. Ma gli organizzatori hanno rinunciato dopo vari tentativi.

UNA SERIE DI «OSTACOLI IMPREVEDIBILI»

È stato lo stesso co-fondatore di Woodstock Michael Lang a dare l’annuncio del fallimento: «Siamo rattristati che una serie di ostacoli imprevedibili ha reso impossibile mettere su l’evento che immaginavamo con i grandi artisti che avevamo ingaggiato e l’impegno sociale che avevamo anticipato».

woodstock 50 annullato
Un van con decorazioni originali di Woodstock. (Ansa)

DA JAY Z A MILEY CYRUS: CHI DOVEVA ESSERCI

Dall’entusiasmo all’inizio del 2019 di tenere il festival a Watkins Glen, a circa due ore mezza di macchina dal sito originale a Bethel, con un line-up di artisti come Jay Z, The Killers, Imagine Dragons, Halsey, Miley Cyrus, Robert Plant, The Raconteurs, Cage the Elephant, i mesi successivi sono stati un percorso minato.

SI CERCAVA UNA STRUTTURA PIÙ PICCOLA

Tra problemi economici e mancanza di permessi, il sogno ha cominciato a infrangersi a giugno. Tuttavia gli organizzatori non hanno mollato del tutto ripiegando su una struttura più piccola, a Vernon, sempre nello Stato di New York, ma anche qui è stato negato il permesso. Nel frattempo si sono tirati indietro alcuni degli artisti ingaggiati anche se già pagati secondo contratto.

Woodstock 50 annullato
Il co-fondatore di Woodstock Michael Lang. (Ansa)

IN MARYLAND, GRATIS: MA MANCAVANO I PERMESSI

Lang però ha provato a insistere e ha spostato il festival in un altro Stato, a Columbia in Maryland, tra Washington e Baltimora. Dicendo anche che sarebbe stato gratuito. Ha omesso però di presentare una richiesta di permesso per utilizzare il Merriweather Post Pavilion e così il 31 luglio è stato costretto a scrivere la parola fine su Woodstock 50.

EVENTO PARALLELO (E MINORE) SUL SITO ORIGINALE

In barba a Lang un concerto per celebrare il 50esimo anniversario è in programma proprio a Bethel, sul sito originale. Tuttavia è una sorta di evento parallelo che non ha nulla a che fare con gli organizzatori di Woodstock 50 o del festival originale. Dietro c’è Live Nation che da Lang ha avuto persino una lettera di diffida. Il line-up del concerto a Bethel prevede tra gli altri John Fogerty, Santana, Ringo Starr, Arlo Guthrie, Edgar Winter e the Doobie Brothers. Bisogna “accontentarsi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *