Sfera Ebbasta, Maionchi, Ayane e Samuel nella giuria di X Factor

Il talent condotto su Sky da Alessandro Cattelan ha annunciato i giudici dell'edizione 2019 e c'è anche la rapstar, silurata da The Voice of Italy.

01 Giugno 2019 13.04
Like me!

Rimane solo Mara Maionchi della giuria di X Factor 2018. A casa Fedez, Manuel Agnelli e Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale che, come annuncia Sky, sono stati sostituiti dalla cantautrice Malika Ayane, dal cantante, autore e frontman dei Subsonica Samuel e dalla rapstar Sfera Ebbasta. Proprio quest’ultimo era stato silurato all’ultimo dalla Rai, o meglio dall’amministratore delegato Fabrizio Salini, che l’aveva scelto come coach di The Voice of Italy.

LA RAI NON GRADIVA I TESTI DI SFERAEBBASTA E LE POLEMICHE IN CUI ERA COINVOLTO

Sfera Ebbasta avrebbe infatti dovuto far compagnia a Gué Pequeno, Morgan ed Elettra Lamborghini sulle poltroni girevoli del talent condotto da Simona Ventura, ma le polemiche di alcuni parenti delle vittime della tragedia nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo che hanno rivolto dure critiche nei confronti del rapper avrebbero frenato la tv di Stato creando malumori all’interno dell’intera produzione. Inoltre a destare perplessità sarebbero stati anche i testi delle canzoni dell’artista, ritenuti inadatti per un programma di servizio pubblico. Alla fine la Rai ha optato per il meno preoccupante Gigi D’Alessio. «A volte penso solo fanculo», commentava Sfera, come lo chiamano i suoi fan, su Instagram. Mentre il suo manager parlando con l’Ansa minacciava: « La Rai ha confermato la sua partecipazione salvo poi ripensarci con una motivazione pretestuosa e non reale. Resto sorpreso ed amareggiato di fronte a questi atteggiamenti e vedo un solo comportamento ‘politicamente scorretto’. Mi riservo di prendere quindi i legittimi provvedimenti a tutela dell’artista che rappresento».

SFERA EBBASTA: «VOGLIO ESSERE IL MICROFONO DELLA TRAP»

«X Factor sarà il microfono attraverso il quale vorrei raccontare chi sono veramente, non quello che gli altri dicono di me. Sarà il microfono che farà conoscere la trap, un genere di cui spesso si parla dicendo cose senza senso, quando il senso è solo uno: è la musica che racconta questi tempi, anche le vite di chi la critica. Di chi la sente e non la ascolta. Ecco, io come giudice, davanti ai ragazzi, anche più giovani di me, non voglio fare questo errore: voglio ascoltarli, non sentirli. E voglio dimostrare loro che se lavori e ci credi, ce la puoi fare», così ha commentato la sua nuova avventura Sfera Ebbasta.

MARA MAIONCHI ARRIVA A QUOTA SETTE EDIZIONI

«Lo so, avevo detto che ero stanca. E quando l’ho detto lo pensavo, ma questo programma mi crea tempesta emotiva tanto quanto gioia e voglia di fare. Alla mia età il lavoro non solamente nobilita ma motiva e… rinfresca. E chi non la vuole rinfrescatina a 78 anni?», sono le parole di Mara Maionchi alla sua sesta esperienza dietro il bancone del talent. La discografica, che ha lavorato con gente come Lucio BattistiFabrizio De André, Gianna Nannini e Tiziano Ferro, ha vinto, come giudice, le ultime due edizioni del programma condotto da Alessandro Cattelan con Lorenzo Licitra nel 2017 e Anastasio l’anno successivo.

MALIKA: «MI METTO ALLA PROVA»

Sorprende invece il nome di Malika Ayane lontana da qualche tempo dal circuito mainstream. La cantautrice ha raccontato di essere in un importante momento di bilancio personale e per questo di aver accettato la «prova» del talent: «L’idea di poter lavorare e dare qualcosa a chi sta costruendo il proprio futuro mi emoziona profondamente».

SAMUEL: «ATTENZIONE PARTICOLARE AGLI AUTORI, NON SOLO AI CANTANTI»

E se la cantante di Come foglie si tratta di una «prova», Samuel Romano vede X Factor come una scommessa dalla quale pensa di ricevere nuove energie e stimoli. Il frontman dei Subsonica ha però già le idee chiare su quello che vuole fare come giurato del talent: «Mi piacerebbe accendere i riflettori sulla musica che amo, fatta non solo di belle voci, ma anche di suoni, di ricerca e di contenuti da raccontare, dedicando un’attenzione particolare agli autori e non solo ai cantanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *