Yemen, accordo per un nuovo governo

07 Dicembre 2011 13.00
Like me!

La rete televisiva Al Arabiya ha reso noto che nello Yemen è stato raggiunto un accordo per la formazione di un nuovo governo di unità nazionale con l’opposizione. È stato inoltre precisato che il decreto per l’insediamento del nuovo governo è stato emesso dal vice presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, al quale il presidente uscente Ali Abdallah Saleh aveva trasmesso i poteri.
BASINDWA ALLA GUIDA DEL NUOVO ESECUTIVO. Alla guida del nuovo esecutivo è destinato a esserci Mohammad Basindwa, oppositore del presidente Saleh. «Abbiamo raggiunto un accordo su tutti i nomi» dei componenti l’esecutivo, ha spiegato Basindwa. Ma intanto scontri tra forze governative e miliziani di clan tribali che si oppongono a Saleh sono avvenuti anche nella giornata di mercoledì 7 dicembre a Sanaa, secondo quanto ha raccontato la televisione Al Jazeera. Testimoni oculari hanno poi speigato che i combattimenti sono avvenuti nei pressi di sedi governative, tra le quali il ministero dell’Interno e la radio statale, con l’impiego di armi automatiche e razzi Rpg.
SALEH SI IMPEGNA A UN PASSAGGIO DI POTERE. In base ad un piano dei Paesi arabi del Consiglio di cooperazione del Golfo, firmato il 23 novembre scorso da Saleh a Riad, il presidente si è impegnato a passare i poteri reali al suo vice Hadi, mantenendo solo la carica onorifica di presidente. L’intesa prevede che Hadi formi un nuovo governo di unità con l’opposizione per poi procedere, entro tre mesi, ad indire elezioni presidenziali. Con l’insediamento del nuovo presidente Saleh è chiamato a uscire di scena, dopo 33 anni di potere: in cambio è previsto che ottenga l’immunità per le violenze nella repressione delle proteste dell’opposizione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *