Zaia ha detto che l’autonomia non è la «secessione dei ricchi»

Il governatore del Veneto: «Non possiamo accettare che si dica che vogliamo creare un Paese di serie A e uno di serie B». Ma Fico ricorda che l'Italia è una e indivisibile.

22 Luglio 2019 12.24
Like me!

Il governatore del Veneto, il leghista Luca Zaia, attacca a testa bassa sul tema dell’autonomia differenziata che agita il governo: «Noi abbiamo fatto un progetto serio, validato a livello scientifico. Non vogliamo la secessione dei ricchi, non possiamo accettare che si dica che vogliamo creare un Paese di serie A e uno di serie B. Vogliamo solo l’efficienza, la responsabilità e la modernità di questo Paese».

FICO RICHIAMA LA CENTRALITÀ DEL PARLAMENTO

Per il M5s si è espresso invece il presidente della Camera, Roberto Fico: «L’autonomia regionale non deve dividere il Paese, non deve lasciare il Sud nella condizione economica in cui si trova, ma deve essere un’autonomia che dà qualche potere in più alle Regioni. L’Italia è unita, una e indivisibile e bisogna lavorare e coordinarsi insieme. Qualsiasi sia l’intesa, passerà in parlamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *