Zaia si è detto contrario alla nazionalizzazione di autostrade

Zaia si è detto contrario alla nazionalizzazione di autostrade

22 Agosto 2018 07.53
Like me!

«Se in Italia si sono fatte le privatizzazioni è perché la gestione pubblica aveva creato una voragine paurosa, con annessi e connessi di tipo penale. Fu una scelta senza alternative», lo ha detto in un'intervista a La Stampa il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che ha aggiunto: «Semmai lo sbaglio fu allora quello di non avere mantenuto, nelle società privatizzate, una quota pubblica. Cioè qualcuno che agisse come 'Catone il censore' a garanzia della collettività».

ZAIA: «L'ESMPIO DEL VENETO FUNZIONA»

«Noi», ha continuato, «in Veneto per la Serenissima e per il Brennero abbiamo adottato questa formula mista, privato-pubblico, che funziona bene. Potrebbe essere un'idea da adottare altrove». L'idea del Movimento Cinque Stelle di nazionalizzare «non mi convince per nulla», ha aggiunto. «Penso che sarebbe un bagno di sangue per la collettività. Finché resteranno le regole attuali, lo Stato sarà sempre destinato a perdere nel confronto con i privati». Per il presidente veneto uno dei problemi è quello dell'efficienza: «Se c’è da realizzare un’infrastruttura, i privati fanno sempre più in fretta perché loro possono permettersi di pagare i migliori ingegneri, i migliori manager. Qui», ha continuato, «rischiamo la paralisi. Perché chi glielo va a dire, a un funzionario pubblico che guadagna 1.500 euro al mese, di prendersi certe responsabilità, tipo firma e decidi?».

«SPERO CHE I CINQUE STELLE NON INSISTANO»

«Cambiamo pure noi le regole», ha detto, «rendiamo lo Stato in grado di competere sul piano della rapidità, poi parliamone. In maniera pragmatica, però; senza limitarci agli spot propagandistici». Se invece i Cinquestelle insistessero? «Spero di no, noi tutti tifiamo perché possa realizzarsi il contratto di governo sottoscritto con loro. Se così non fosse, verrebbero meno gli impegni presi coi cittadini», ha concluso conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *