Thomas Zilliacus vuole acquistare l’Inter: «Pronti 2,5 miliardi di dollari»

Redazione
06/11/2023

L'imprenditore finlandese, ex dirigente Nokia, sarebbe in procinto di mettere insieme il fondo insieme ad alcuni investitori.

Thomas Zilliacus vuole acquistare l’Inter: «Pronti 2,5 miliardi di dollari»

L’imprenditore finlandese Thomas Zilliacus ha lanciato un nuovo messaggio alla famiglia Zhang, ribadendo l’intenzione di acquistare l’Inter. In un tweet pubblicato su X la mattina del 6 novembre 2023, l’ex dirigente della Nokia ha parlato anche delle cifre. Ha scritto: «Ho appena firmato un accordo con alcuni investitori che vogliono investire nella mia società XXI Century Capital per mettere insieme una somma di 2,5 miliardi di dollari. Faremo una nuova amichevole offerta per l’Inter usando parte di questi fondi».

Zhang non vende

Difficile che Steven Zhang possa vendere l’Inter. Il debito del club deve essere rifinanziato entro il prossimo maggio, quando scadrà il prestito di Oaktree e la società dovrà restituire al fondo statunitense oltre 350 milioni di dollari. Ciò nonostante, il gruppo Suning sembra restio a lasciare proprio mentre ci sono in ballo il mondiale per club, la rincorsa alla Champions League e l’affare stadio. A settembre, media internazionali hanno riportato la notizia di un possibile accordo con un fondo mediorientale. Ma da allora, non è stato fatto nessun passo avanti.

Chi è Thomas Zilliacus

Thomas Zilliacus è un ex dirigente Nokia che si è occupato già in passato di sport, oltre che di immobiliare e telecomunicazioni. Ha fondato la Asia-Pacific Strategic Alliances Group e la Mobile FutureWorks. Le due società hanno un valore complessivo di oltre 3 miliardi di dollari. Zilliacus è già stato nel mondo del calcio. Dal 1982 al 1986, infatti, è stato il presidente dell’Hjk Helsinki. Dal 1989 al 1995, invece, del Geyland Internazional di Singapore. Nel 2003 è stato vicino ad acquistare il Manchester United, club a cui è stato accostato nei mesi scorsi.

Thomas Zilliacus vuole acquistare l'Inter «Pronti 2,5 miliardi di dollari»
Thomas Zilliacus a Singapore nel 1995 (Getty Images).